Visione notturna 

dal cinema muto all’astronomia contemporanea

Visione notturna è uno spettacolo che combina cinema, teatro e il tradizionale seminario accademico per proporre un inedito esperimento di comunicazione scientifica. L’obiettivo è quello di parlare di aspetti scientifici attuali, anche di notevole complessità, utilizzando linguaggi apparentemente lontani fra loro. Partendo da una notizia dei primi del ‘900, introdotta fedelmente attraverso riproduzioni di giornali d’epoca, ci si addentra in un argomento astronomico e si viaggia in parallelo attraverso il cinema (prevalentemente muto) e gli sviluppi scientifici degli ultimi cento anni fino ad arrivare ai giorni nostri.

Lo spettacolo è articolato in cinque serate, che hanno lo stesso format ma trattano temi diversi:
I) la relatività generale di Einstein;
II) la ricerca della vita extraterrestre e l’esplorazione di Marte;
III) le comete e il loro impatto sulla presenza della vita sulla Terra;
IV) il telescopio e l’osservazione del cielo, da Galileo a oggi;
v) la Luna e l’esplorazione del nostro satellite.

 

Visione notturna è un progetto di Lapo Casetti, Antonella Gasperini, Paolo Tozzi. Con la partecipazione di John Brucato e Guido Risaliti

Bambineide astronomica

Dal 2009 l’Associazione Astronomica Amici di Arcetri organizza e gestisce in collaborazione con l’INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri la Bambineide: un open day alla scoperta dell’astronomia appositamente pensato per i bambini.

Nata nel 2006 dalla collaborazione con l’associazione Googol e l’INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri, la manifestazione focalizza la propria attenzione su alcune tematiche “astronomiche”, affrontate all’interno di un percorso strutturato in tre tappe che comprende:

  1. una visita al planetario Starlab (accoglienza 25persone- durata 30 minuti circa)
  2. un laboratorio scientifico interattivo (accoglienza 25 persone- durata 30 minuti circa)
  3. una conferenza spettacolo (accoglienza 50 persone- durata un’ora circa) o il grande gioco dell’oca spaziale.

Lo svolgimento dell’intero percorso richiede due ore e trenta, con modalità organizzative che consentono l’accoglienza di circa 100 persone per volta.

Su richiesta la Bambineide astronomica è esportabile in occasione di manifestazioni dedicate alla scienza.

Bambineidi arcetrine

2009 Ragazzi sulla Luna
2010 Ragazzi nello spazio
2011 Ragazze fra le stelle
2012 I cieli di Franco Pacini
2013 Ragazzi fra e comete
2014 Ragazzi su altri mondi
2015 Giochiamo con la luce
2016 Gioca ed esplora lo spazio
2017 Arcetri e le sette Terre

Appunti dall’ultima Bambineide: Arcetri e le sette Terre

Le chiavi della città

A.A.A.A. partecipa a Le chiavi della città , progetti e percorsi formativi per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado del Comune di Firenze con i seguenti progetti:

  • Astronomia in valigia

  • Giochi ed esperimenti sul cielo

  • Laboratori di Astronomia ad Arcetri

    Vedi 
  • Corso di formazione per insegnanti

Archivio progetti

  • Sotto una nuova ottica (2011)

  • I cieli del mondo (2009)

  • Galileoscopio (2009)

    In occasione dell’Anno Internazionale dell’Astronomia, A.A.A.A. ha partecipato alla costruzione e alla diffusione dei telescopi nelle scuole toscane. 
  •